Il segreto della vittoria di Renzi fra comunicazione e narrazione

Le parole in politica tendono ad invecchiare rapidamente. Acquistano odore di stantio, spesso usurate dall’utilizzo prolungato, finiscono per svuotarsi di senso o ampliare il proprio campo semantico in maniera così onnicomprensiva da risultare un flatus vocis, una zeppa da incollare al discorso quando non si sa cosa dire, non si conosce abbastanza un argomento o…

Astensionismo: la parola sbagliata sulla bocca di (quasi) tutti

C’è una parola sulla bocca di (quasi) tutti in queste ore: astensionismo. Ma tutti quelli che la frequentano sono pienamente consci del suo reale significato? Recita il vocabolario enciclopedico Treccani: “astenersi di proposito, per ostentazione di indifferenza o di protesta”. Insomma, chi usa questa parola, attribuisce al potenziale elettore, che in questa tornata di consultazioni…

Sciopero con il ponte: come farsi percepire Casta

Quella che con una schematizzazione i commentatori definiscono come “ironia della rete” a proposito della scelta della Cgil di indire lo sciopero contro il governo per il 5 Dicembre, aprendo la strada a un lungo ponte dell’Immacolata, è qualcosa di molto più profondo: è indignazione. Indignazione perché la Cgil, ancora una volta mostra, forse inconsapevolmente,…

Lo spazio a sinistra (che non c’è)

Prima, o forse in antitesi alla discussione nel merito, la ricerca di soluzioni concrete, l’analisi lucida di errori o lo scioglimento di incomprensioni, il dibattito politico degli ultimi giorni si muove attorno all’idea di uno spazio a sinistra, alternativo al Partito democratico di Matteo Renzi. Uno spazio che per forza di cose si immagina, credo,…

SpotornoSubito: un collage da 1 a 100

Da tre giorni penso a questo momento. A quando avrei aperto un foglio vuoto di Pages e riversato i volti e le parole appuntate nella memoria e in qualche tweet. Da tre giorni cerco di usare metodo nella selezione delle emozioni, degli incontri, degli sguardi diSpotorno Subito. Ma adesso che quel momento è arrivato ho…

Foto false sul blog. Il M5S ha fallito il suo ruolo controinformativo

Beppe Grillo, postando sul suo blog immagini di cadaveri rodesiani vittime del terrorismo locale, fatte passare per corpi devastati dall’ebola, segna il punto di non ritorno della funzione alternativa del suo magazine, e, conseguentemente, del suo movimento. Il Movimento 5 Stelle ha fallito. Non per la sostanziale irrilevanza nella dialettica parlamentare, né per gli ultimi,…

Essere Matteo Renzi

In questa tiepida estate ’14 innumerevoli voci, più o meno squillanti, ci ripetono che la luna di miele fra Matteo Renzi e la classe dei commentatori politici di ogni risma è definitivamente conclusa. Ma non è così. Il mirabolante palcoscenico, la Grande Bocca che tutto sa e tutto deve dire, pena la definitiva eclissi del…

Grillo ha perso. Ma il M5S ha un’opportunità

Se con i risultati delle ultime elezioni europee Matteo Renzi e il suo PD hanno fatto un passo avanti nel compimento di quella vocazione maggioritaria che è parte integrante del suo progetto iniziale, Beppe Grillo ha dovuto tragicamente constatare il fallimento del suo disegno egemonico, perseguito attuando una strategia isolazionista che a conti fatti non…

Perché i commentatori non hanno compreso la vittoria di Renzi e del nuovo Pd

Il voto di domenica scorsa ha generato una sorta di straniamento in una fetta consistente dei commentatori nostrani. Lo straordinario successo del Partito Democratico ha destabilizzato anche alcuni degli analisti più raffinati, presi in contropiede da numeri assolutamente inimmaginabili utilizzando i canoni e le vulgate pre-elettorali. La risposta istintiva è stata altrettanto stereotipata, semplificatoria, autoassolutoria:…

Se la campagna elettorale passa anche attraverso Wikipedia

Chi di noi, almeno una volta, non ha verificato un’informazione su wikipedia fidandosi psicologicamente dell’autoregolazione di quello strumento universale? Eppure wikipedia mente. Lo fa spesso. Non stiamo parlando delle imprecisioni, delle semplificazioni, ma di una vera è propria distorsione dei fatti. Ogni utente può modificare una voce: ciò sottopone l’enciclopedia a una fragilità sottovaluta nella…

Scontri all’Olimpico: 60 milioni di prefetti e un meme vivente

Sì sa. L’Italia è il Paese dei 60 milioni di Commissari Tecnici. In occasioni speciali, si trasforma anche in quello dei marconisti, dei timonieri e dei lupi di mare. Sempre più spesso è diventato quello dei costituzionalisti e degli economisti alternativi. Ora siamo tutti prefetti. Tutti indiscutibilmente ferrati nella gestione dell’ordine pubblico, nella salvaguardia dell’incolumità…